Che fine hanno fatto gli attori della saga Fantozzi?

Paolo Villaggio recentemente scomparso, ha creato negli anni 70′ un grande personaggio cinematografico entrato nella mente e nella cultura di ogni italiano, il personaggio del Ragionier Ugo Fantozzi che da subito è stato un successo di pubblico al cinema.

Il 27 marzo 1975 esce al cinema Fantozzi, con grande successo di pubblico e di incassi, circa sei miliardi di lire, il film nel 2008 viene inserito tra i 100 film migliori da salvare.

In tutto sono 10 i film della saga Fantozzi:

1-Fantozzi (1975)
2-Il secondo tragico Fantozzi (1976)
3-Fantozzi contro tutti (1980)
4-Fantozzi subisce ancora (1983)
5-SuperFantozzi (1986)
6-Fantozzi va in pensione (1988)
7-Fantozzi alla riscossa (1990)
8-Fantozzi in paradiso (1993)
9-Fantozzi – Il ritorno (1996)
10-Fantozzi 2000 – La clonazione (1999)

Ma che fine hanno fatto gli attori divenuti famosi proprio per questi film?

Fantozzi: Paolo Villaggio ha continuato con grande successo la sua carriera di attore nel cinema con più di 80 film e nel teatro e tv, oltre ad aver scritto molti libri. Ha lavorato con grandi registi come Federico Fellini e Mario Monicelli. Si è spento a Roma il 3 luglio del 2017 dopo una lunga battaglia contro il diabete.

Pina Fantozzi (1-2-5) : Liù Bosisio è stata la moglie del ragionier Fantozzi in soli tre episodi della saga, Fantozzi, Il secondo tragico Fantozzi e SuperFantozzi. Attrice e doppiatrice, è stata molto attiva in tv, radio, cinema e teatro. Molto apprezzata come doppiatrice, sua la voce storica di Marge Simpson nelle prime 22 stagioni del famoso cartone I Simpson, oppure del cane Spank nell’omonimo cartone Hello Spank, e del gatto Doraimon. Nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Il carbonio nell’anima“. Ha lavorato al cinema con grandi registi e al fianco di grandi attori come Alberto Sordi. Alla tenera età di 81 anni si è ritirata dal mondo del cinema, ma è molto attiva sui social.

Pina Fantozzi (3-4-6-7-8-9-10: Milena Vukotic prese il posto di Liù Bosisio dal Fantozzi contro tutti, ed è rimasta la moglie fino al Fantozzi 2000-la clonazione. Attrice molto attiva nel cinema e in tv, ha lavorato in più di 50 film accanto a grandi attori, ed è stata diretta da registi come Ettore Scola, Mario Monicelli, Federico Fellini etc. Vincitrice di un Nastro d’argento e nominata ad un David di Donatello. Dal 1998 è al fianco di Lino Banfi nella serie tv “Un medico in famiglia“.

Ragionier Filini: Interpretato con grande successo da Gigi Reder, attore napoletano di origini tedesche. All’inizio carriera molto attivo in radio e in teatro accanto a Peppino De Filippo, Turi Ferro e Mario Scaccia. E’ stato presente in 9 di 10 film della saga Fantozzi. E’ morto a Roma nel 1998 all’età di 70 anni per un scompenso cardiaco.

Mariangela Fantozzi: Interpretato dall’attore Plinio Fernando, attore di origini tunisine ma trasferitosi a Roma da piccolo. In Italia si diploma come perito meccanico, e all’età di 27 anni viene notato dallo staff del regista Luciano Salce, che lo scrittura da subito per la parte di Mariangela Fantozzi, dove sarà presente in 8 dei 10 film. Nel 1994 dopo una breve carriera nel cinema, abbandona le scene per dedicarsi alla sua passione delle sculture, nel 2008 infatti espone alcune sue sculture alla galleria Fitel.

Signorina Silvani: Interpretata da Anna Mazzamauro, attrice con alle spalle 30 anni di carriera, è stata l’impiegata vamp della serie Fantozzi. La Mazzamauro ha iniziato la sua carriera nel varietà, portando in scena sempre personaggi comici. Anche lei come Plinio, è stata presente in 8 di 10 film di Fantozzi. Molto attiva ancora oggi al cinema e in teatro, dove continua a  portare la sua comicità in giro per l’Italia a quasi 80 anni di età.

Geometra Calboni: Interpretato dall’attore napoletano Giuseppe Anatrelli, è stato presente nei primi tre film della sega, dove interpretava la parte dell’arrivista ruffiano, e fidanzato della signorina Silvani. Anatrelli ha recitato anche accanto all’attore Totò nel film “Totò truffa 66”. E’ morto a Napoli la notte del 25 ottobre dell’ ’81 per un infarto. A lui venne dedicato il film “Fantozzi subisce ancora“. Il suo posto fu preso dall’attore Riccardo Garrone appunto nel film “Fantozzi subisce ancora“, per poi fare sparire nei seguenti film la figura del Geom. Calboni.

Megadirettore Galattico: Interpretato dall’attore Paolo Paoloni, attore molto attivo nel cinema daglia anni 60′ ad oggi. Era il temutissimo megadirettore della mega ditta dove lavorava il ragionier Fantozzi. Presente in 5 film su 10 della saga Fantozzi. Ancora molto attivo al cinema, dove lo troviamo nella sua ultima partecipazione accanto ad Alessandro Siani “Si accettano miracoli” del 2015.

A nostro parere l’intera eredità cinematografica lasciata da Paolo Villaggio, dovrebbe entrare a far parte del nostro patrimonio culturale e cinematografico.

Net Economy’s Got Talent: ecco la talentuosa vincitrice del premio dedicato alla Net Economy

E’ Fajoui Houda, una giovane talentuosa di 23 anni, la vincitrice di Net Economy’s Got Talent, l’iniziativa organizzata da FairOne S.p.A per supportare i più giovani ad inserirsi nello scenario della Net Economy.

L’intento dell’iniziativa era quello di offrire una borsa di studio del valore di 1000 euro ad uno studente meritevole di Economia & Management e Ingegneria Gestionale, che avesse dimostrato, durante il proprio percorso di studi, una forte propensione e interesse per le tematiche legate alla gestione d’impresa, alla finanza e all’intermediazione finanziaria collegate all’innovazione digitale e tecnologica.

Il regolamento completo dell’iniziativa svolta è disponibile qui https://www.mutuisupermarket.it/borsa-di-studio-studenti-economia.

La vincitrice, Fajoui Houda è una ragazza di 23 anni, che vanta una laurea in Economia delle Banche e degli Intermediari Finanziari conseguita con lode. Attualmente è iscritta al secondo anno di Scienze Economico – Aziendale (specializzazione per Dottori Commercialisti e Revisori Legali) che sta concludendo con il massimo dei voti.

Houda dai suoi professori viene definita: “Studentessa di prim’ordine, che ha saputo affiancare a un percorso di studi all’insegna dell’eccellenza una serie di esperienze lavorative che la hanno sicuramente forgiata […] Colpisce in Houda il desiderio profondo di migliorarsi continuamente”.

Queste sue caratteristiche l’hanno portata ad essere selezionata dall’Ernest and Young di Milano per partecipare al corso Talent – Lab Empower Your Future e dal Boston Consulting Group come una dei 100 migliori studenti italiani che parteciperanno al progetto “The Future Makers”.

Per il futuro ha in programma di partecipare a un progetto di ricerca di Dottorato.

La studentessa è stata giudicata da una giuria composta da Stefano Rossini, amministratore delegato e founder di FairOne S.p.A e di altre iniziative nel campo della comparazione online come Gruppo MutuiOnline, e Giuseppe Neri CTO e Responsabile IT di FairOne S.p.A.

Addio Rag. Fantozzi: E’morto l’attore Paolo Villaggio

E’ morto questa mattina in una clinica romana all’età di 84 anni, l’attore Paolo Villaggio.

L’attore era malato da anni, e combatteva contro il diabete. A darne annuncio questa mattina è stata la figlia Elisabetta, pubblicando una foto di suo padre da giovane, dove tiene per mano lei e il fratello Pierfrancesco.

Ciao papà ora sei libero di volare“, con questo tenero messaggio la figlia Elisabetta ne ha dato annuncio alle 07:21 di questa mattina.

Da subito il web e i milioni di fan da tutto il mondo hanno iniziato a postare foto, video e battute del grande attore scomparso.

Paolo Villaggio è stato un grande maestro di comicità del cinema italiano, creando negli anni 70′ la figura del Ragionier Ugo Fantozzi, entrato da subito nel cuore di ogni italiano, che si è impersonato quasi sempre in quel personaggio.

Tanti i ricordi di molti amici e colleghi in in queste ore hanno invaso i social, tra tanti il messaggio dell’amico Lino Banfi, che con Villaggio ha girato moltissimi film degli anni 80′, e dell’attrice Anna Mazzamauro, la signorina Silvani nella serie Fantozzi, che lancia il suo messaggio tramite Facebook; “È morta anche la mia giovinezza. Fantozzi è stato l’unico uomo che mi abbia veramente amato.

La camera ardente sarà aperta mercoledi dalle ore 9.30 alle 16.30 nella sala della Promoteca in Campidoglio, mentre i funerali saranno celebrati con rito laico mercoledi alla casa del cinema.

VoglioSapere si unisce al cordoglio della famiglia e di chi ha amato questo grande Uomo di spettacolo

 

E’ morta la stilista italiana Laura Biagiotti

E’ morta all’ospedale Sant’Andrea di Roma alle 2:47, la stilista italiana famosa in tutto il mondo Laura Biagiotti.

La nota stilista ha avuto un malore nei scorsi giorni, un grave arresto cardiaco che le ha portato, giunta in ospedale, una morte celebrale per la mancanza di ossiggeno.

Laura Biagiotti, 73 anni, era stata nominata dal New York Times “La regina del cachemire”, per il suo utilizzo in ogni sua creazione.

Moltissimi i messaggi di cordoglio giunti da ogni parte del mondo e dai tantissimi amici dello spettacolo, della cultura e della politica.

Al suo fianco fino alla fine la figlia Lavinia, che insieme alla mamma ha lavorato per portare il marchio Laura Biagiotti in tutto il mondo, e che sicuramente continuerà con la tradizione di famiglia.

 

Donald Trump ha giurato: è il 45° presidente degli USA

Il nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha prestato giuramento, davanti a milioni di americani e sostenitori.

“Oggi è una cerimonia storica, il potere viene trasferito da Washington a voi, agli americani”, ha esordito cosi il 45° presidente Donald Trump.

Subito dopo il suo discorso, Donald Trump ha firmato i suoi primi documenti a Capitol Hill, fra i quali uno che proclama la giornata nazionale del patriottismo e l’esenzione necessaria a James Mattis per essere ministro della difesa.

Non sono mancati momenti di tensione, in quanto un folto gruppo di protestanti ha creato scompiglio nelle vicinanze del giuramento di Trump, la polizia ha arrestato oltre 90 persone.

Tanti gli attestati di stima e di auguri ricevuti da neo presidente Donald Trump provenienti da ogni parte del mondo.

Uccisa in Brasile la cantante della lambada Loalwa Braz

E’ stata brutalmente rapinata, picchiata e bruciata nella sua macchina la regina della lambada Loalwa Braz.

La notissima cantante resa famosa per la sua lambada che ha fatto ballare milioni di persone in tutto il mondo si trovava nella sua casa a Rio de Janeiro in Brasile giovedì notte intorno alle 3, quando tre malviventi di 23, 21 e 18 anni hanno fatto irruzione nella sua abitazione con l’intento di una rapina.

La cantante a quanto pare ha sentito dei rumori ed è andata incontro ai tre affrontandoli, ma è stata brutalmente picchiata fino a farle perdere i sensi. I tre giovani l’hanno poi caricata nella sua auto e hanno appiccato l’incendio a pochi metri dalla casa della stessa Loalwa Braz.

Una chiamata anonima ha avvisato le autorità locali dicendo che c’era un incendio in quella zona. Arrivati sul posto non hanno potuto fare a meno di constatare i danni alla mega villa della cantante e, a pochi metri, hanno fatto la raccapricciante scoperta dell’auto con all’interno il corpo della cantante carbonizzata.

I tre malviventi sono stati arrestati ieri, dopo che uno di loro ha confessato il furto e l’omicidio della regina della lambada.

La Mustang rossa: il nuovo romanzo di Elisabetta Villaggio

mustDopo i suoi tre libri di successo: “Una vita bizzarra” nel 2013,“Marilyn: un intrigo dietro la morte” nel 2012 e “Marilyn gli ultimi tre giorni” nel 2014, Elisabetta Villaggio ritorna in libreria con un nuovo avvincente romanzo dal titolo “La mustang rossa“.

Un romanzo che gira attorno a tanti personaggi, in una Los Angeles degli anni 80′, dove troviamo i personaggi Alex, bella, ricca, poliglotta, piena di glamour, producer di video musicali; Maria, gestrice di un bar-mensa, madre di due bimbi, forte accento messicano, piccolina, non attraente e certamente non il tipo di amica che ci si aspetta si porti dietro una come Alex; Bob, capo degli Studios e perdutamente innamorato di Maria; Anthony, Michael e il loro gruppo rock, che cercano di sfondare nella scena musicale di L.A. senza tanta convinzione. Tutto contornato da un bellissimo sfondo dei Miller Studios, dove si realizzano spot pubblicitari e video musicali, tra Highland Avenue e Santa Monica Boulevard.

Il libro verrà presentato il 10 dicembre alle ore 17, presso la Fiera dell’editoria (Più libri più liberi 2016), da La ruota edizioni.

Elisabetta Villaggio sarà presente per autografare le copie del suo avvincente romanzo.

Vi consigliamo fortemente la lettura del libro.

Calogero Vignera

E’ morto Luciano Rispoli, il signore elegante della tv

lutto-in-rai-si-spegne-lo-storico-conduttore-luciano-rispoliE’ morto ieri sera nella sua casa di Casalpalocco, circondato dall’affetto dei suoi cari Luciano Rispoli.

Era sopranominato il signore elegante della tv italiana, era nato a Reggio Calabria nel 1932, era stato giornalista, conduttore tv e di radio.

Note le sue trasmissioni televisive, che hanno lasciato un segno nella tv italiana, programmi come: “Tappeto Volante” che era la sua trasmissione preferita da sempre, passando per “Parola mia” ed altri suoi successi.

Rispoli aveva compiuto 84 anni il 12 luglio scorso, era sposato con Teresa Betto di cui aveva avuto tre figli, Alessandro, Andrea e Valeria.

Luciano Rispoli è morto per problemi al cuore che lo affliggevano da moltissimi anni, lui stesso aveva rivelato in un’intervista di avere da sempre problemi con il pacemaker che gli causavano delle aritmie.

Nelle prossime ore si saprà se ci sarà una camera ardente per il noto conduttore e il giorno dei funerali.

Approvate telecamere negli asili e nelle strutture residenziali

installazione-telecamereApprovata  dalla Camera con 279 sì, 22 contrari e 69 astenuti la Legge sulla videosorveglianza negli asili e nelle strutture residenziali che ospitano anziani e disabili. I filmati documentati potranno essere visionati ed analizzati soltanto dalla polizia o da un pubblico ministero, in seguito all’accertamento di una segnalazione o una denuncia accreditate.

La presenza delle telecamere dovrà essere opportunamente segnalata mediante appositi cartelli, previa autorizzazione dei sindacati, nel rispetto della tutela della privacy.

Nel provvedimento di legge, costituito da 5 articoli, redatto da Gabriella Giammanco e Antonio Boccuzzi, si delega inoltre il governo ad “adottare un decreto legislativo in materia di valutazione attitudinale nell’accesso alla professioni educative e di cura, nonché di formazione iniziale e permanente del personale delle strutture”.

Dopo l’avvenuta approvazione alla Camera, segue ora la valutazione del Senato.

2 Ottobre: la festa dei nonni e degli angeli custodi

festa-dei-nonniIl 2 ottobre si festeggia la festa dei nonni. Nata negli Stati Uniti nel 1978, ha ottenuto riconoscimento civile in Italia nel 2005. Per la ricorrenza è stato scelto il giorno in cui la chiesa Cattolica celebra gli angeli custodi.

Non c’è associazione più idonea di quella dei nonni agli angeli custodi. In Italia sono oltre 12 milioni, con un’età media intorno ai 54 anni. Molti di loro si occupano quotidianamente dei nipoti, mentre molti altri, una percentuale sempre più in aumento, sostiene economicamente i figli e le loro famiglie in stato di necessità economica, viste le recenti difficoltà lavorative che affliggono il Paese.

In tutta Italia, dal nord al sud, sono moltissime le manifestazioni volte a celebrare l’importanza dei nonni. A Milano è stato lanciato un sondaggio per eleggere la nonna e il nonno di Lombardia. Il vincitore sarà ospite d’onore domenica al Belvedere «Enzo Jannacci» di Palazzo Pirelli, dove si terrà una festa per tutta la giornata. Il 15 Ottobre, vi sarà un incontro con Papa Francesco nell’Aula Paolo VI in Vaticano, al quale parteciperanno circa 7 mila nonni italiani. Confermata, per l’occasione, la presenza di Lino Banfi, nelle vesti di nonno Libero (dalla fiction Rai “Un medico in famiglia”), il nonno d’Italia per eccellenza.

In tantissime città italiane e in oltre 500 centri anziani su tutta la penisola, è in programma la manifestazione «Mille piazze Festa dei Nonni».