Quanto costa la “vera” cultura universitaria?

Sentiamo di giorno in giorno le polemiche per l’Università italiana “allo sbando”. Tagli sconsiderati, facoltà che rischiano la chiusura, corsi eliminati, scioperi, lezioni posticipate, personale mal pagato, docenti impreparati, studenti che non studiano e “pezzi di carta” che divengono inutili in molti casi. La nostra è una cultura universitaria, pressoché pubblica, che mira a far studiare tutti coloro che ne hanno una minima voglia e coloro che non possono permetterselo economicamente. Dal nostro punto di vista è sicuramente giusto ma, detto chiaro e tondo, molto spesso non possiamo competere con la cultura creata nelle università sparse per il mondo, dato che da noi c’è “poca selezione” da ogni punto di vista.

Molti studenti universitari italiani sognano le grandi università americane, quelle che vediamo nei film, nelle serie tv, che ci mostrano la vita da campus universitario. Ma quanto costa studiare nei college privati americani?

Sarah Lawrence College (www.forbes.com)

Secondo una articolo pubblicato da Forbes, l’università privata più costosa per l’anno scolastico 2010-2011 sarà la Sarah Lawrence College di Bronxville (NY), dove gli studenti tra tasse scolastiche, vitto e alloggio dovranno sborsare 57.556$. Senza tenere conto di libri, spese varie e i quasi 1800$ per l’assicurazione completa. Questo è il costo per un’università completa, che offre il meglio agli studenti, con seminari, incontri personali con i docenti e un basso rapporto tra studenti e docenti. In classifica poi troviamo il Bard College con 54.275$ a NY Hudson Valley, la Trinity College con 53.380$ nel Connecticut e la Maine Bates College con 53.300$. Tra le università più famose compaiono la Columbia University di New York con 43.815$, senza contare vitto, alloggio e alti prezzi della grande mela, mentre l’Università di Chicago, tutto compreso, può arrivare a 56.640$.

Alti costi molto spesso significano alti debiti, ma non preoccupatevi vi sono le borse di studio, infatti molto spesso i prezzi elevati non corrispondono al vero esborso. Per esempio la Harvey Mudd College di Claremont (CA) che ha una retta di circa 53.600 $, concede all’80% degli studenti degli aiuti finanziari, più i premi per il merito. Mentre la Bard College concede prestiti a tassi simili alle università pubbliche.

L’aumento delle spese dei college americani è stato del 4,5%, un incremento modesto forse dovuto anche alla lenta ripresa che ancora attanaglia gli USA. Ma nonostante ciò non si vede una riduzione degli iscritti, forse anche dovuto all’incremento dei diplomi e all’aumento degli aiuti finanziari statali di quasi il 7% rispetto all’anno precedente.

William College nel Berkshire (www.forbes.com)

E’ da dire che comunque prezzi alti non significano alta qualità in ogni caso. Difatti secondo la top 25 dei migliori college americani, stilata da Forbes, a seconda della qualità della formazione, dell’esperienza vissuta dagli studenti e dell’ affermazione post laurea, compaiono solamente 4 college tra i più costosi. Per la cronaca il migliore è il William College, che si trova nelle montagne del Berkshire, con un rapporto docenti-studenti di 7 a 1, e un costo di circa 37.640$. Insomma un sogno per gli studenti italiani.

(Fonte: www.forbes.com)

(Daniele Cogoni)

One thought on “Quanto costa la “vera” cultura universitaria?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *